Massimo Lomi

LOMI.jpg

MASSIMO LOMI

Il nonno Giovanni, noto pittore post-macchiaiolo e apprezzato cantante lirico. Il padre Federigo, ottimo esecutore di musica jazz. Fin da giovanissimo segue il nonno nelle sue ex-tempore en plain air, assimilando il sapore della pittura dal vero, così cara agli Artisti tra l'800 e il '900. La sua creatività lo indirizza al Liceo Artistico nel 1968. E' qui a Carrara che inizia ad affinare il suo istinto pittorico. Lo studio della figura e la confidenza con la materia colore lo portano alla scelta annunciata di fare vera attività artistica di questa sua passione/vocazione. Si presenta così, nel 1972, alla sua prima personale a Milano, dove viene apprezzato per l'originalità che esprimono le sue opere. Sospinto dal padre Federigo, suo primo estimatore, allestisce altre esposizioni in numerose città, fino ad acquisire una precisa posizione nel panorama figurativo. I suoi frequenti viaggi all’estero lo portano alla convinzione che solo osservando oltre si può assimilare un proprio concetto di arte. Comprende così, dopo il soggiorno in Sri Lanka, nel 1987, e il viaggio negli Stati Uniti, la necessità di trovare un taglio, un'inquadratura d'immagini innovativa. Nel 1990 viene nominato segretario del Gruppo Labronico, uno dei più antichi sodalizi italiani, che nel suo passato può vantare nomi come Annigoni, Modigliani e Nomellini.

CV

Nel 1995 il Comune di Livorno gli dedica la prima mostra antologica ai "Bottini dell'Olio". Nel 2000 è tra gli Artisti scelti per il Giubileo e nello stesso anno espone all’Artexpo al Javits Center di New York. Fino al 2002 disegna la copertina della rivista “Toscana Lions”. Nel 2003 espone al Parlamento Europeo di Bruxelles. In occasione del 1° Anno di Pontificato, viene ricevuto dal Santo Padre Benedetto XVI per l’opera “Atmosfere di fede“. Nel 2007 il regista L. Dal Canto realizza il docufilm “ I colori del sentimento” dedicato alla sua Arte. Nel 2009 la Regione Toscana lo ospita con una sua mostra a Palazzo Panciatichi in Firenze. Nel 2011 realizza la statua intitolata “Il Pittore” nella pineta Marradi di Castiglioncello. Nel 2013 esce la sua seconda monografia “Gli altri orizzonti della pittura “ a firma Giovanni Faccenda. L’anno successivo realizza il trofeo del Palio di Montalcino. Nel 2015 espone presso “Espace C. Peugeot“ a Parigi.

www.lomimassimo.it

mas.lomi@tiscali.it

old england.JPG
oggi bandiera rossa.jpg
old england.JPG