Stefano Sesti

Stefano Sesti fonda le sue radici natali nella capitale.

Il padre Mario, artista, pittore e poeta ed il nonno materno, il pittore Giuseppe Bazzano, lo avviano, sin dagli anni giovanili, all'arte ed in particolare alla pittura, che è la loro forma d'espressione prediletta. Frequenta il liceo artistico a Roma ed accresce la sua preparazione anche in altre forme d'espressione, con l'aiuto d'esponenti del mondo della cultura e dell'arte, quali il maestro Mario Russo, presso il cui studio approfondisce la tecnica coloristica, e la pittrice Maria Teresa Consolini, allieva del M° Giacomo Balla. Dal 1980 anche la fotografia entra a far parte del suo bagaglio artistico. Nel 1990 inizia a collaborare con la Galleria d'Arte Contemporanea Forum Interart di Roma. In questo periodo conosce diversi personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura, come l'attore Remo Girone, il maestro Sandro Trotti, professore di pittura all'Accademia di Belle Arti di Roma ed il maestro Luigi Montanarini, artista marchigiano, purtroppo recentemente scomparso. La sua pittura assume ora una nuova forma espressiva, molto vicina all'astrattismo di Jakson Pollock.

Aumentano i suoi impegni lavorativi e mondani, si dedica con passione ed impegno alla recitazione e sostiene vari ruoli teatrali con la Compagnia "Tribù Arte"; nel 1997 aderisce al primo manifesto di pittura "Superficiale", fondato dal pittore Davide Tedeschini.

Continua il suo percorso artistico sviluppando in pittura nuove forme di espressive e astratte, con abili interventi tecnici che spaziano da una tecnica mista del colore, fino all’intervento della fotografia su tela, contaminandola con interventi cromatici volontari.

Dal 2001 inizia la sua lunga collaborazione con la gallerista Sabina Fattibene titolare della Galleria d’Arte “ Il Trittico” di Roma.

Di recente è entrato a far parte del salotto artistico presso l’Associazione Culturale “Bar Camponeschi”, luogo famoso nel centro di Roma per essere frequentato da molti personaggi di spicco del mondo dell’arte e dello spettacolo.

Oltre a contare su numerosissime partecipazioni a mostre collettive in tutto il territorio europeo, ha esposto anche con particolare evidenza all’estero:

Londra Galleria "The Queen", 1994;

Helsinsky Galleria D Arte Moderna, 1998;

Parigi Galleria" Le Carre D'or', 2000.

e in Italia nelle seguenti esposizioni personali:

Roma Triennale d’arte 2010; Galleria D’Arte FORUM INTERART Roma 1997 e 1998; Galleria IL CORBEZZOLO Ancona 1999; Galleria Comunale Camerata Picena (Ancona) 1999; Galleria D’Arte FORUM INTERART “Arte Dieci” Roma 2000; Galleria d’Arte L’ ANGELO AZZURRO - “Altri Pianeti” Roma 2003; Galleria d’Arte LE ARTI - “Emblema e Rivoluzione” Roma 2005; SCUDERIE ESTENSI Tivoli 2006; EX CHIESA SAN MICHELE ARCANGELO Tivoli 2007; Galleria d'Arte "IL MARZOCCO" Roma 2008; Galleria d'Arte "PENTARTE" Roma 2009; Galleria D’Arte “IL TRITTICO ARTE” Roma 2010; Galleria D’Arte “PENTARTE” Roma 2010; Galleria D’Arte “IL TRITTICO ARTE” Roma 2010; Centro Culturale Camponeschi Roma 2012 e 2013; Spazio Espositivo IL LABORATORIO Roma 2014.; Galleria D'Arte “STEFANO SIMMI” Roma aprile 2015; Galleria D'Arte “STEFANO SIMMI” Roma luglio 2015.

unnamed.png
images.jpg
download.jpg
stefano-sesti-rinascere_00.jpg
images.jpg
download (1).jpg
11bf6381a04f1c11.png
Anonimo.png

galleria purificato.zero © 2020 | Design by Matrix |

  • Facebook
  • YouTube
  • Black Icon Instagram
  • Black Icon Pinterest